Cosmetici Anti-pollution

Lo smog e l'inquinamento in genere possono creare davvero molti danni alla nostra pelle. invecchiamento precoce, rughe, acne, secchezza della pelle, infiammazioni, macchie cutanee. Scopriamo come proteggere al meglio la nostra pelle.

Cosmetici anti-pollution. Se ne sente parlare sempre più spesso, ma sai esattamente cosa sono e soprattutto, perché lo smog e l’inquinamento sono nemici della nostra pelle?

E poi, fermi tutti: gli inquinanti saranno davvero nemici della nostra pelle o siamo come al solito davanti all’ennesima trovata del Marketing?

Ho cercato di raccogliere le informazioni che ho trovato su varie ricerche scientifiche e un paio di Review (dei paper scientifici che fanno il punto della situazione sulle conoscenze al momento disponibili su un determinato tema). Ecco cosa ho trovato:

anti pollution amog inquinamento

L’inquinamento danneggia davvero la pelle?

Sì, l’inquinamento è effettivamente nemico della nostra pelle.

Non è quindi un caso che il numero di cosmetici con attività anti-pollution stia aumentando sempre di più, anche perché purtroppo la qualità dell’aria non sta certo migliorando, specie nelle grandi città.

Le fonti dell’inquinamento sono molte, tra cui il traffico, le sigarette, le industrie, i fuochi della cucina…

Gli inquinanti come i particolati, ossidi di azoto e zolfo, ozono, idrocarburi poliaromatici possono danneggiare la pelle rendendola secca, le fanno perdere compattezza e tono, le fanno venire macchie cutanee, fanno aumentare rughe e microrughe, in più può peggiorare l’acne, e portano la pelle a infiammarsi più facilmente.

Il fatto che il maggior numero di studi in tema cosmetici anti-pollution siano stati commissionati da paesi orientali, non è un caso. Le metropoli più inquinate del mondo sono purtroppo proprio nell’estremo oriente. Nonostante questo, anche in occidente stiamo diventando sempre più attenti a questo tema.

Infatti, secondo un’analisi del WHO (l’Organizzazione Nazionale della Sanità) più della metà delle persone che abitano nelle aree urbane del mondo sono esposte ad inquinamenti che sono di 2,5 volte superiori rispetto a quelli raccomandati dalla WHO stessa. E solo il 12% delle persone che vivono in città hanno a disposizione dell’aria che ha una qualità che rispetta gli standard dettati dalla WHO.

Quindi, dato che la maggior parte di noi è esposta all’inquinamento è importante proteggersi.

Quando la pelle viene esposta all’inquinamento cambia sotto molti aspetti. Cambia la composizione dei lipidi (i grassi), le proteine e i grassi si ossidano, si modifica il pH, cambia la quantità di sebo prodotta, si genera stress ossidativo, aumentano le infiammazioni e diminuiscono i livelli di elastina e collagene.

Ora cerco di raccontarvi i vari tipi di danni che provoca l’inquinamento sulla nostra pelle.

smog beautycolga

Inquinamento e Acne

La relazione tra inquinamento e peggioramento dell’acne è stata purtroppo confermata scientificamente.

L’inquinamento porta da una parte l’aumento della produzione di sebo e dall’altra un’aumento della “cheritinizzazione” (ovvero ci ritroviamo più cellule morte che ostruiscono i pori e i brufoli si formano così più facilmente).

In più l’inquinamento crea le condizioni ideali per la crescita di Propionibacterium acnes, il batterio più responsabile dell’acne e un aumento dei processi infiammatori. Tanto per non farsi mancare nulla.

Inquinamento e Rughe

L’inquinamento tra le varie gioie che porta e di cui vi ho già parlato provoca anche la formazione di radicali liberi. Ora vi spiego in due parole cosa sono i radicali liberi.

I radicali liberi svolgono un ruolo importante nel regolare la vita delle cellule e la nostra pelle è “programmata” per difendersi da questi, ma, dato che i radicali liberi sono per loro natura instabili, quando sono troppi da gestire, possono reagire facilmente con altre cellule, causando danni.

L’inquinamento dell’aria purtroppo fa diminuire sia gli enzimi preposti ad agire contro i radicali liberi (per i più nerd: catalasi, superossidismutasi e glutatione perossidasi), sia altre sostanze anti-ossidanti presenti nella nostra pelle come l’acido ascorbico, il tocoferolo e i glutadione.

I radicali liberi accumulati ossidano i lipidi (grassi) presenti sulla nostra pelle e così si compromette la nostra naturale barriera contro i raggi UV e altri agenti esterni super cattivi.

E la nostra pelle inizia gioiosamente a invecchiare precocemente. Ovvero le rughe e micro-rughe peggiorano.

Se non bastasse l’aumento dei radicali liberi, sappiate che grazie all’inquinamento la nostra pelle vedrà diminuire anche il collagene e l’elastina. Due sostanze che sono fondamentali per rendere la nostra pelle giovane, turgida e senza segni del tempo.

Nota per i fumatori:

Il fumo delle sigarette (che fa sempre parte degli inquinanti) è scientificamente provato che provoca l’invecchiamento della pelle e aumenta la severità delle rughe. Così, tanto per convincervi a farvi buttare il pacchetto di sigarette.

pollution smog

Inquinamento e Macchie Cutanee

So che sembra assurdo, perché le macchie della pelle, l’iperpigmentazione la si lega praticamente sempre al sole preso in modo selvaggio ma uno studio recente ha collegato la formazione di macchie scure, lentiggini, allo smog e in particolare alla presenza di biossido di azoto.

Questo effetto è stato notato specialmente sulle guance delle donne Asiatiche (sì perché come vi dicevo la maggior parte dei test sull’effetto dell’inquinamento sulla pelle li fanno proprio in oriente).

Inquinamento e Infiammazioni

Lo smog peggiora dermatiti, psoriasi e infiammazioni in genere.

Inquinamento e Idratazione

La pelle a causa dell’inquinamento si disidrata più velocemente, anche perché gli inquinanti intervengono anche sulla filaggrina, che è particolare proteina che degradando dona alla pelle il famoso NMF, ovvero il Fattore Naturale di idratazione

Inquinamento e Microbiota

L’inquinamento ha un forte impatto sulla pelle. Questo impatto negativo lo si riscontra sia sulla pelle ma anche sui microrganismi benefici che ci “abitano”, il nostro microbioma cutaneo. Quanto c’è molto inquinamento, il microbioma cutaneo cambia, si indebolisce e lascia spazio a batteri patogeni, ovvero quei micro esserini cattivelli che possono farci venire delle malattie della pelle.

traffico smog anti pollution

I cosmetici antipollution

Dato che lo smog agisce sulla pelle in molti modi diversi è difficile formulare dei prodotti che vadano bene per tutti. Il tipo di pelle è una variabile, ma lo è anche la nostra etnia. 

E’ difficile che un singolo prodotto possa agire su più fronti. Per cui se si vuole agire davvero sugli effetti dello smog bisognerebbe avere una vera e propria skincare anti-pollution. Perché la sinergia può davvero portare a risultati migliori.

Quello che dobbiamo fare è 

  • rimuovere lo smog con detersione accurata (non smetterò mai di ripetere che la detersione è step della skincare più ingiustamente sottovalutato), 
  • “riparare” la pelle e proteggerla con prodotti che contengano attivi che riportino sulla pelle sostanze come Vitamina E, squalene, colesterolo, compromessi dallo smog, antiossidanti e sostanze che possano fare letteralmente da barriera allo smog).

Ricordatevi però che un cosmetico ben formulato è sempre una sinergia di ingredienti che porta a un risultato, non un singolo attivo super-efficace.

Attivi efficaci come Antipollution:

Ora cercherò di fare una carrellata di attivi antipollution cercando di spiegarvi le peculiarità di ognuno e quale azione è quella richiesta da un cosmetico antipollution formulato per uno specifico tipo di pelle. 

Ovviamente questa non è una lista esaustiva, ma cercherò di dividere gli attivi per categorie per rendere tutto più semplice.

smog pollution

Pelle grassa

  • Cosa si può fare: pulizia profonda, esfoliazione, utilizzare prodotti con effetto barriera contro lo smog
  • Attivi utili: Carbone attivo, tensioattivi delicati, scrub delicati.

Pelli arrossare, sensibili con infiammazione e acne

  • Come si può agire: con prodotti con attività antinfiammatoria e calmante
  • Quali ingredienti sono utili: Estratto di Peonia Bianca, estratto di radici di zenzero, Estratto di Lampone rosso Americano, Estratto di Rosa del deserto Arabe

Pelli secche e danneggiate

  • Cosa si può fare: ristabilire e fortificare la naturale barriera cutanea, aumentare l’idratazione, ristabilire l’NMF sulla pelle
  • Quali ingredienti sono utili: Ceramidi, Estratto di stella alpina, estratto di alghe rosse, estratto della Rosa del Deserto e estratto di Tremella Fuciformis
beautycologa smog

Pelli con rughe

  • Cosa si può fare: controllare la formazione di radicali liberi, usare prodotti che contengono chelanti, aumentare la scorta di antiossidanti
  • Quali ingredienti sono utili: Olio di semi di chia, estratto di pepe rosa, estratto di Malachite, estratto di tè verde

Pelli con perdita di tono, con macchie e formazione di lentiggini

  • Cosa fare: Controllare la sintesi della melanina, inibire la sintesi della Tirosinasi
  • Con quali ingredienti: Reservatrolo, estratto di Swiss Garden Cress, estratto di Chinese whitening herbe, Marine exopolysaccaride isomerate

Pelli con perdita di elasticità e compattezza

  • Cosa fare: promuovere la sintesi di collagene ed elastina, prevenire la degradazione delle proteine
  • Con quali ingredienti: estratto di Nannochloropsis Occulata, estratto di Peonia exopolysaccharide isomerate, estratto di Tè Bianco, estratto di alghe marine giapponesi

Se ce l’avete fatta ad arrivare in fondo questo lungo articolo il mondo dei cosmetici anti-pollution non dovrebbe avere più segreti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui