Home » Blog » Caffeina e Contorno Occhi, funziona davvero?

Caffeina e Contorno Occhi, funziona davvero?

da | 27 Gen 2022 | Blog

La caffeina è un ingrediente molto utilizzato nei contorno occhi, ma sarà veramente efficace secondo il consenso scientifico?

Quando ho iniziato a pensare a come formulare il mio contorno occhi, tra le prime cose che ho fatto è stato quello di ricercare un po’ di letteratura riguardo alla caffeina, chissà mai che mi fossi persa qualche novità.

Diciamo che se si pensa a un prodotto per il contorno occhi, special modo che sia efficace sulle occhiaie o le borse si pensa immediatamente alla caffeina, infatti, il mercato ad oggi è ricco di contorno occhi che la contengono. Quel che normalmente si crede è che dia un effetto temporaneo e per questo è bene essere costanti nell’applicazione.

Ho cercato in lungo e in largo

e sono rimasta abbastanza delusa, anche perché diciamolo chiaramente, la caffeina è un ingrediente “top of mind” (ovvero quelli che ci vengono per primi in mente) quando si parla di prodotti di questo tipo.

In letteratura c’è davvero poco a riguardo all’uso della caffeina in questo ambito (ovviamente cambia tutto riguardo all’uso che si fa della caffeina quando viene ingerita).

Ho trovato uno studio interessante del 2015 in cui si cercava di capire se un gel con caffeina al 3% fosse efficace sui puffy eyes, modo inglese carino per definire le borse sotto gli occhi.

I ricercatori sono partiti dal fatto che è opinione comune che applicare delle bustine di tè bagnate e tenute prima in un frigorifero, sia di aiuto per sgonfiare le borse sotto gli occhi, grazie al potere vasocostrittore della caffeina.

beautycology

Ok, test randomizzato, in doppio cieco, con un prodotto placebo per fare in confronto. 34 volontari thailandesi che poverini non hanno potuto dormire la notte prima del test, in modo da farsi venire delle belle borse sotto gli occhi.

Insomma, le basi per aver fatto un test come si deve ci sono. Continuo a leggere e scopro che sia il placebo che il prodotto con il 4% di caffeina sono riusciti a ridurre il gonfiore delle borse sotto gli occhi. La differenza di efficacia tra i due prodotti è stata insignificante (riporto le parole dei ricercatori).

Vi spiego una cosa un po’ da nerd della cosmetica. Come sapete è importante veicolare gli attivi nel modo corretto, in modo che possano penetrare al meglio. Loro ci hanno provato, inserendo nella formula il 7,5% di Propylene glycol, un penetration enhancer. Ci sono infatti studi che hanno definito che i gel che contengono Propylene glycol riescono a far penetrare meglio la caffeina nella pelle. Perfetto. Dunque, la formula era stata studiata a modino dai ricercatori.

E perché vi chiederete hanno funzionato tutti e due risultando così efficaci contro le occhiaie?

beautycology

Perché contenevano entrambi delle sostanze (come l’alcol) che evaporando portavano via calore dalla pelle e in questo modo la raffreddavano. Questo, quindi, ha funzionato molto di più nello sgonfiare gli occhi rispetto alla vasocostrizione data dalla caffeina.

Ho trovato poi altri test che cercavano di capire l’efficacia un prodotto contenente la caffeina sul contorno occhi, sì ma insieme ad altri attivi, come ad esempio la vitamina K. Bene l’efficacia è stata riscontrata, ma a quale dei due attivi spetta la coppa dell’efficacia?

Ecco questo è tutto quello che sono riuscita a trovare in merito, nulla più.

Dunque, non so cosa dirvi. Questo caso mi ha lasciato un po’ lo stesso amaro in bocca che mi aveva lasciato la mia ricerca sull’efficacia rigenerativa/cicatrizzante della centella asiatica e dei suoi derivati, ingrediente di riferimento nel mondo delle Cica cream.

Il vostro contorno occhi che contiene la caffeina sembra funzionare? Bene continuate ad usarlo, non è mai un attivo che fa una formula e probabilmente sarà altro a renderlo efficace, come è successo nel prodotto placebo del primo test di cui vi ho parlato.

Io, dal mio punto di vista ho diretto la mia attenzione su ingredienti che avessero più letteratura alle spalle in grado di dimostrarne l’efficacia. Ma ricordiamo che quando si parla di cosmetici, la legge richiede che siano sicuri, non efficaci, per cui ognuno è libero di continuare a utilizzare nel suo contorno occhi la caffeina, nell’attesa che il consenso scientifico in merito si modifichi.

Vi lascio con una domanda: sarà un caso che in dispositivi medici contro gli ematomi, le vene varicose, le emorroidi, o altri problemi caratterizzati da problemi venosi e gonfiori si usano ingredienti come l’escina e non la caffeina?

Ecco perchè per il mio contorno occhi Eye-Light Beautycology, ho scelto come attivo proprio il 3% di escina e non la caffeina, magari avrò fatto anche una scelta sbagliata, ma preferivo stare dalla parte dove il consenso scientifico è decisamente più forte.

Voi al mio posto cosa avreste fatto?

contorno occhi anti borse e occhiaie

Bibliografia:

Amnuaikit, Thanaporn & Maneenuan, Duangkhae & Boonme, Prapaporn. (2015). Evaluation of Caffeine Gels on Physicochemical Characteristics and In Vivo Efficacy in Reducing Puffy Eyes.

Ahmadraji, Fatemeh & Shahtalebi, Mohammad. (2015). Evaluation of the clinical efficacy and safety of an eye counter pad containing caffeine and vitamin K in emulsified Emu oil base. Advanced biomedical research. 4. 10. 10.4103/2277-9175.148292.

0 commenti

Pin It on Pinterest

Share This