Home » Blog » Belle e impossibili con l’Effetto Soft-Focus

Belle e impossibili con l’Effetto Soft-Focus

da | 20 Dic 2019 | Blog | 0 commenti

Come avere la pelle perfetta e senza rughe per un giorno

Sono decisamente una che guarda alla sostanza. Noi brianzoli veniamo programmati così, per ricercare l’essenziale. Non c’è spazio per tutto quello che è frivolo. Per il brianzolo medio la frivolezza è sintomo di perdita di tempo. E non c’è nulla di più inutile della perdita di tempo.

Seguendo questo ragionamento la pragmatica me da un cosmetico cerca che faccia quello per cui è stato inventato. Sei un burro cacao? Devi nutrirmi le labbra secche. Sei una crema per pelli grasse? Devi farmi diminuire i punti neri. That’s it. Non c’è spazio per ingredienti che non nutrano, non idratino. Non c’è spazio per un effetto frivolo e momentaneo. Noi brianzoli cerchiamo solo solide realtà.

In barba a tutti i credo dei rigorosi e pragmatici brianzoli, oggi vi parlo di una frivolezza, di qualcosa di “inutile” ma che po’ regalarci una serata da sogno.

In fin dei conti si avvicinano Natale e Capodanno. Almeno durante le feste è concessa una frivolezza, anche ai più cocciuti brianzoli-solo-sostanza.

buon anno nuovo soft-focus

sogno o son desta

Eccomi qui a raccontarvi qualcosa con cui la cosmetica è quasi riuscita a dar vita a un sogno, ha trovato un modo per trasformarci tutte in Cenerentola, pronta per il gran ballo.

Sì, perché la cosmetica è e deve essere anche questo. Può farci sentire meglio, può farci vedere più belle, belle come delle Principesse.

Il concetto è un po’ come quello che sta dietro a una scarpa con il tacco (magari di cristallo, sognare non costa nulla). Mi farà sentire e sembrare più alta di 10 cm. La magia dura solo per una sera (o fino a quando non decido di tirar fuori le ballerine di back-up), ma è o non è a tutti gli effetti una magia? Non ditelo a me, che i tacchi a spillo altissimi li adoro!

cenerentola soft-focus

Cos’è l’effetto soft-focus?

L’effetto soft-focus è sicuramente un portento della cosmetica in grado di farci sentire principesse per un giorno. In un battibaleno ci possiamo ritrovare con la pelle che abbiamo sempre sognato. Ma attenzione: vale come per Cenerentola, la magia si interrompe a mezzanotte.

E’ un effetto ottico che fa sparire le rughe.

Insomma, possiamo contrastarle, possiamo cercare di esporci meno al sole, ma non possiamo bloccarle. Per cui se vogliamo far sembrare la pelle più liscia possiamo giocarci la carta dell’effetto ottico. (Una sorta di filtro Bellezza che funziona anche dal vivo, non è fantastico?!?).

Come funziona? Quando il nostro viso viene illuminato, la luce in parte viene riflessa, in parte viene assorbita. Quando la luce colpisce una ruga rimane in parte intrappolata e la quantità di luce riflessa è così minore rispetto a dove la ruga non c’è.

Per evitare ciò possiamo riempire la ruga (come faremmo con uno stucco), ma questo creerebbe un effetto cerone che una statua di cera di Madame Tussauds potrebbe sembrare la nostra sorella gemella separata alla nascita.

madamae toussot soft focus
Dite che ha esagerato con il trucco?!?

Per cui alcuni abilissimi chimici inventori arruolati nella dura guerra contro le rughe hanno pensato che un effetto più naturale si sarebbe ottenuto con una sostanza filler con un alto potere di trasmissione della luce e con un’elevata componente diffusa della luce trasmessa.

Quindi: immaginiamo la luce entrare nella nostra ruga, viaggiare attraverso le particelle del filler e venire riflessa di qua e di là all’interno della ruga, che viene così “otticamente” ammorbidita. Ecco così per incanto la nostra ruga diventare più soft (ecco perché l’effetto di chiama Soft-Focus).

E qui la faccenda si complica (e te pareva). Il filler deve incrementare la componente della luce riflessa, ma non quella speculare. Perché altrimenti la nostra ruga diventerebbe addirittura più chiara del resto del viso (sarebbe come usare il filtro fluidica di Photoshop male e avere tutte le righe delle piastrelle fare i tipici effetti onda di un fotoritocco uscito male).

Come si fa ad evitare questo disastro? Ci vuole maestria. Dipende dalla composizione chimica, dalla forma e dalle dimensioni delle particelle del nostro ingrediente magico e da come si distribuiscono sul viso quando vengono applicate.

scienziato pazzo soft-focus
Bisogna sempre affidarsi ai migliori esperti del settore

come si chiamano queste sostanze magiche?

Come si chiamano questi ingredienti magici?

Fanno parte di questa categoria: Nitruro di boro, allumina, alcuni tipi di silici, alcuni derivati siliconici (polymethylsilsesquioxane, polysilicone-11) e poliuretanici (HDI/Trimethylol Hexyllactone Crosspolymer).

Perdonate certi nomi ma credo che li ha inventati avesse cenato con la bagna cauda la sera prima.

Dove si trovano questi ingredienti delle meraviglie?

In alcune creme anti-age ma soprattutto nei primer, quelli che si mettono prima del make-up, per fare il fondo, diciamo.

In forma di sieri o gel a base siliconica formano un film sottilissimo sulla pelle in grado di creare il loro tipico effetto WOW. Un prodotto ben formulato affina la grana della pelle, attenua le imperfezioni e le piccole rughe, aiuta la stesura del trucco e migliora la tenuta del trucco.

soft-focus sbrilluccicante

morale della favola

Cosa penso di questo genere di prodotti? Che tecnicamente sono meravigliosi, che si possono usare in serate importanti, quando si tira fuori dall’armadio quel meraviglioso sandalo gioiello che teniamo lì nella vetrinetta. Valutate voi se può far al caso vostro nella vita di tutti i giorni.

Mi conoscete e  sapete anche che io non sono qui per dirvi cosa dovete fare, ma per far in modo che impariate, capiate, tiriate le vostre conclusioni e agiate di conseguenza.

Il sapere rende liberi, liberi di scegliere e perchè no, liberi di sognare e giocare alle Principesse per una notte, o qualcuna di più.

Condizionanti per Capelli

Condizionanti per Capelli

Prima di capire cosa sono e come funzionano i condizionanti, vi devo spiegare un po' come è fatto un capello.  Un...

Melasma: come conviverci

Melasma: come conviverci

Oggi parliamo di melasma. Per prima cosa proviamo a capire cos’è. Il melasma è caratterizzato da delle macchie...

0 commenti

Invia un commento

Pin It on Pinterest

Share This