Allantoina

L'Allantoina è un attivo idratante molto efficace., scopriamo insieme le sue caratteristiche.

Oggi è il turno di un ingrediente che mi piace tantissimo, ma che anche lui non rientra nei top of mind della skin-care: l’Allantoina.

Come è già capitato altre volte mi autopromuovo come Direttore Marketing di un ingrediente che sicuramente fino ad oggi ne ha avuto un Ufficio Marketing davvero scarso. E non riesco a capacitarmi del perché.

marketing beautycologa allantoina
credit giphy.com

intro sull'allantoina

 

L’Allantoina è presente anche in alcuni estratti vegetali (aloe, consolida), ma si produce anche per sintesi.  E’ una buona alternativa all’Urea.  E come l’urea è un attivo idratatante.

Sappiamo tutti che mantenere la pelle idratata sia importantissimo. E’ di sicuro uno dei primi obiettivi di qualsiasi skin-care. Per questo non potete assolutamente permettervi di non conoscerla.

La sua attività idratante è diversa da quella dell’urea, che essendo una molecola piccolissima (60 Dalton) riesce a idratare e penetrare maggiormente. L’allantoina infatti è grande circa 160 Dalton, però ha un sacco di altre proprietà molto utili che vi voglio raccontare.

Giusto per farvi capire vi dico che l’acido ialuronico, ingrediente idratante, che ha un ufficio Marketing che funziona di brutto, è definito “normale” o alto peso molecolare se ha un peso superiore al 300 Dalton, sotto i 300 è definito a basso peso molecolare. Quello più pregiato e con peso molecolare più basso arriva a dimensioni simili a quello dell’urea (ma l’urea, non si sa perché non se la fila nessuno).

Che poi sta cosa di voler avere nella formula a tutti costi dell’acido ialuronico con tanti pesi molecolari diversi, vi dirò, io non l’ho mica capita per davvero. 

Mi è chiaro in concetto, e non è sbagliato, per carità, ma mi lascia comunque perplessa l’accanimento sulla questione, visto che si possono ottenere risultati simili (l’idratazione) con molte altre materie prime meno blasonate.

Cos’è l’allantoina

L’Allantoina, detta in chimica spiccia (ma come al solito non vi tedierò con la chimica) deriva dall’ossidazione dell’acido urico e per questo è parente dell’urea

E’ presente in un sacco di piante come l’ippocastano, le foglie del caffè, i semi di soia, ma viene anche e molto più spesso sintetizzata chimicamente.

scared allantoina beautycologa
credit: giphy.com

Ma ancora vi spaventate quando sentite la parola: “Chimica”?!?

Avere a disposizione dell’Allantoina sintetizzata chimicamente ci permette di avere degli standard qualitativi più alti e un controllo sulle possibili tracce di sostanze non volute che potrebbero essere presenti in un prodotto di derivazione naturale.

La FDA Americana (Food and Drug Administration) la definisce come una sostanza sicura ed efficace come protettivo cutaneo. Non è tossica, non irrita, non sensibilizza la pelle, ed è efficace già a bassi dosaggi.

Azione idratante e di esfoliazione delicata

Mentre idrata la pelle riesce ad ammorbidire la cheratina della nostra pelle, questa attività la svolge anche l’urea, di cui è un parente.

In questo modo possono entrambe svolgere contemporaneamente un’azione esfoliante molto delicata, mentre idratano la pelle. 

Ammorbidendo la cheratina, la proteina che tiene insieme le cellule della pelle, aiuta quindi il turn over cellulare a dargli un boost in più senza usare aggressività. In questo modo la pelle si ritroverà più luminosa e idratata e per nulla irritata (pensaci se la tua pelle è super sensibile e non sopporta acidi dall’azione esfoliante più marcata).

sodium PCA beautycologa
credit: unsplash.com

Azione astrigente e disarrosante

E’ un buon astringente e disarrossante, e quindi è utile nel caso in cui la pelle sia irritata, per qualsiasi motivo. Quindi calma la pelle se avete esagerato con qualche acido esfoliante (guai a voi, vi vedo) o se la pelle risulta arrossata e provata per altri motivi. Oltre a disarrossare, aiuta anche a calmare il prurito.

Azione cicatrizzante

E’ un potente antiossidante, favorisce quindi la cicatrizzazione e la riparazione dei tessuti, idratando in profondità la pelle e rigenerandola.  

Pensate che sopra allo 0,5% di concentrazione viene utilizzata nelle creme utilizzate per le piaghe da decubito. Per questo è un ottimo ingrediente utile per far sparire i segni lasciati da quel brufoletto che ci ha fatto tanto penare. 

Esiste, come vi dicevo sia come ingrediente sintetico che di derivazione naturale. Quello sintetico non è solubile oltre allo 0,5%, mentre con quello di derivazione naturale ci si può spingere anche a percentuali maggiori (tipo il 2%).

Certo, la maggior parte di voi non avrà questi problemi. Pensate però che bello sapere che l’Allantoina aiuta le cellule della pelle a crescere più velocemente, a ripararsi e a tornare ad avere un aspetto sano.

Nei cosmetici è attiva quindi già a percentuali molto basse, generalmente comprese tra lo 0,1% e lo 0,4%.

Per cui non è per forza detto che gli attivi che si trovano in fondo alla lista ingredienti non siano efficaci. Dipende. Come al solito è sempre difficile se non impossibile decifrare un buon prodotto guardando la lista ingredienti.

credit: giphy.com

Dove trovare l’allantoina

E’ davvero versatile, per questo la potete trovare un po’ ovunque: nei prodotti per bambini (anche per il cambio del pannolino), nei dopobarba, nei prodotti pensati per attenuare imperfezioni come brufoli, acne, rughe, ustioni, cicatrici ed escoriazioni.

E’ davvero super-gentile sulla pelle, ben tollerata e quindi adatta a tutti, anche a chi ha una pelle molto sensibile.

Aiutando la pelle a mantenersi idratata la pelle apparirà più morbida e liscia.

conclusioni

L’Allantoina è un ingrediente ingiustamente poco conosciuto.

Non so e non riesco a capire perché l’industria cosmetica non abbia mai puntato un bel faro su un ingrediente utile, efficace e multi-tasking come l’allantoina. Nonostante abbia un’efficacia ampiamente comprovata, sia assolutamente sicura e adatta a tutti i tipi di pelle, anche le più sensibili.

Idrata la pelle mentre promuove il tournover cellulare, facendo un’esfoliazione delicata; toglie i rossori e addirittura a promuovere la cicatrizzazione della pelle, anche in caso di piaghe da decubito.

Come sapete io adoro farmi paladina di questi ingredienti stupendi, dimenticati e che hanno evidentemente un Ufficio Marketing pessimo.

Ma credo che porre l’accento su questi ingredienti sia utile per farvi capire meglio le mille sfumature e le mille armi che la cosmetica ha a disposizione per aiutare la nostra pelle ad apparire ogni giorno nel modo migliore possibile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui