Home » Blog » Pepe di Sishuan e Zanthalene, un neuroattivo per le pelli sensibili

Pepe di Sishuan e Zanthalene, un neuroattivo per le pelli sensibili

da | 31 Mag 2023 | Blog

Agisce sui neurotrasmettitori per lenire la pelle ma potrebbe anche rivelarsi un buon antiage

Il pepe di Sishuan (Zanthoxylum bungeanum) è una spezia che si usa molto in Asia e nella cucina orientale in genere. Prende il nome da una città della Cina, ma viene utilizzato in tutta l’Asia compreso il Pakistan, il Giappone e l’Himalaia. Assomiglia solo nell’aspetto al pepe nero, non fatevi però ingannare dal nome perché sono due piante molto diverse.

Il suo sapore non è piccante o pungente, anzi viene utilizzato per diminuire l’effetto speziato di alcuni piatti, ricorda vagamente il limone e se finisce sulla lingua può dare un certo senso di intorpidimento, di formicolio, può lasciare quasi una sensazione di elettricità sulla lingua. Tenete a mente questa cosa perché una delle cose più importanti da sapere quando si parla di lui.

Viene utilizzato nella medicina tradizionale per curare il mal di denti e il mal di stomaco.

Cosa fa sulla nostra pelle

È un ottimo antiossidante ed è anche un potente antimicrobico. Come sappiamo è sempre bene utilizzare cosmetici con antiossidanti perché i radicali liberi minano la salute e la bellezza della nostra pelle.

Ma torniamo al formicolio che provoca sulla nostra lingua e anche sulla nostra pelle che potemmo anche definire come una sensazione pungente che porta a qualcosa di simile a una “paralisi”. Lo so che sembra forte come descrizione ma credo che possa rendere l’idea.

Agisce sui neurotrasmettitori della pelle e in un certo senso inibisce le trasmissioni sinaptiche e in questo modo blocca i segnali di prurito, caldo, freddo e fastidio in genere che dalla pelle vanno al cervello. Possiamo dire dunque che i cosmetici che lo contengono nella sua dose funzionale possono definirsi dei veri e propri neurocosmetici perché è in grado di disattivare in un certo senso dei neurotrasmettitori il cui compito è dare delle informazioni riguardo alle sensazioni che sentiamo sulla nostra pelle.

Le sue attività

Potreste aver sentito nominare l’estratto di Pepe di Sishuan anche Zanthalene che è però il marchio registrato di un estratto di Pepe di Sichuan molto utilizzato in cosmetica.

Ad ogni modo il Pepe di Sishuan viene utilizzato per le sue caratteristiche nei prodotti per le pelli sensibili, come lenitivo e anti-prurito. Si trova infatti in molti prodotti per i più piccoli, in quelli di chi soffre di prurito, psoriasi, ma anche nei prodotti così detti “oncologici”, ovvero pensati per quelle pelli che stanno soffrendo degli effetti negativi di certe terapie, ma anche nei prodotti che devono calmare la pelle dopo una puntura di insetto o dopo la rasatura.

Ma dato che fa sì che la nostra pelle faccia fatica a far sapere al nostro sistema nervoso se fa caldo o freddo è adatto a tutte quelle persone se soffrono di flushing con i cambi repentini di temperatura (chi ha ad esempio la couperose o la rosacea).

A percentuali maggiori questo suo agire sui neurotrasmettitori sembra poter portare anche ad altre attività.

Infatti sembrerebbe (il condizionale è d’obbligo perché le ricerche in merito ci sono ma sono ancora poche e condotte prevalentemente dai produttori di questa materia prima) in grado di rilassare la muscolatura sottocutanea e secondo questi studi pilota può agire come lifting immediato sulle rughe e sembrerebbe avere un modesto effetto antirughe nel lungo periodo. Insomma potremmo definirlo quando utilizzato in percentuali elevate anche come un agente Botox like, in grado cioè di agire temporaneamente sulle rughe. Di solito i test effettuati sui cosiddetti ingredienti Botox like misurano gli effetti a 15/30 minuti dall’applicazione e quindi sono ben lontani dagli effetti di una puntura di Botox che ha un potente effetto sulle rughe che si protrae per mesi. Come potete intuire io sono abbastanza titubante riguardo agli cosiddetti attivi Botox like perché preferisco agire con attivi che vanno a stimolare la produzione di collagene e acido ialuronico come la Vitamina C Pura (l’acido Ascorbico) il retinolo, la retinaldeide e l’acido lattobionico. Loro dimostrano la loro efficacia non a 15 minuti dall’applicazione ma dopo mesi di utilizzo, ma i risultati poi sono decisamente più duraturi e non temporanei.

Conclusioni

Devo dire che l’estratto di Pepe di Sichuan mi piace molto sia per il suo effetto lenitivo e calmante sia per la sua gradevole profumazione che caratterizza i prodotti che lo contengono (a me ricorda un po’ le foglie di limone). Come vi dicevo, io rimango sempre abbastanza dubbiosa quando si parla di ingredienti che agiscono sulle rughe con un cosiddetto effetto Botox like, anche perché i pochi test a disposizione parlano sempre di effetti temporanei. Io sulle rughe preferisco agire con attivi con efficacia ben studiata e comprovata da tante ricerche e che non danno effetti temporanei (certo, richiedono pazienza e costanza nell’applicazione, ma danno una sicura soddisfazione).

 

 

 

Bibliografia:

Batool, Farhat & Sabir, Syed & Rocha, Joao Batista & Shah, Asad & Saify, Zafar & Ahmed, Syed. (2010). Evaluation of antioxidant and free radical scavenging activities of fruit extract from Zanthoxylum alatum: A commonly used spice from Pakistan. Pakistan Journal of Botany. 42.

Guleria, Sanjay & Tiku, AK & Koul, Apurva & Gupta, Sahil & Singh, Gurjinder & Razdan, V. (2013). Antioxidant and Antimicrobial Properties of the Essential Oil and Extracts of Zanthoxylum alatum Grown in North-Western Himalaya. TheScientificWorldJournal. 2013. 790580. 10.1155/2013/790580.

Artaria, Christian & Maramaldi, Giada & Bonfigli, A & Rigano, Luigi & Appendino, Giovanni. (2011). Lifting properties of the alkamide fraction from the fruit husks of Zanthoxylum bungeanum. International journal of cosmetic science. 33. 328-33. 10.1111/j.1468-2494.2010.00629.x.

Zeng, X., Li, X., Wang, X., Wen, X., & Jiang, X. (2019). The effect of Zanthoxylum bungeanum maxim extract on crow’s feet: A double-blind, split-face trial. Dermatologic therapy32(6), e13079. https://doi.org/10.1111/dth.13079

Hwang, W., Kim, D., Kwon, O. S., Kim, Y. S., Ahn, B., & Kang, N. G. (2020). Topical application of Zanthoxylum piperitum extract improves lateral canthal rhytides by inhibiting muscle contractions. Scientific reports10(1), 21514. https://doi.org/10.1038/s41598-020-78610-w

Creme Barriera: cosa sono?

Creme Barriera: cosa sono?

Sempre più si sente parlare di creme barriera o di creme che aiutano il ripristino della barriera. Credo proprio che...

Burro di Karitè

Burro di Karitè

Il Burro di Karitè è un ingrediente che credo conoscano e apprezzino praticamente tutti. Viene chiamato anche...

0 commenti

Pin It on Pinterest

Share This