Home » Blog » Olio di semi di Rovo Artico (detto Camemoro)

Olio di semi di Rovo Artico (detto Camemoro)

da | 27 Ott 2023 | Blog

Scopriamo insieme questo particolare olio utilizzato in cosemtica che trovate nella lista ingredienti dei cosmetici come Rubus Chamaemorus (Cloudberry) Seed oil

Oggi parliamo dell’olio estratto dai semi di un piccolo frutto che cresce nei paesi scandinavi, da vedere assomiglia a una mora ma ha un colore arancio intenso tendente al rosso e non per nulla viene chiamato rovo artico, ma ha tantissimi altri nomi.

Nella lista ingredienti lo trovate come Rubus Chamemorus (Cloudberry) Seed oil

Il Rovo artico è piccolo frutto che viene chiamato anche Camemoro, come dicevamo assomiglia a una mora, ma è di un bel colore rosso aranciato, infatti in inglese viene chiamato anche golden-red berry, ma potreste sentirlo chiamare anche cloudberry

Lo si usa anche per fare delle marmellate e mi ricordo di aver visto la marmellata Camemoro all’Ikea, nel caso vi venisse voglia di provarla. 

E’ un frutto ricco di antiossidanti, antociani, beta-carotene e Vitamina E. oltre che tracce di minerali e acidi grassi essenziali utilissimi per per la pelle come gli omega 3 e gli omega 6 (acido linoleico e linolenico) che possono aiutare la pelle con una barriera cutanea compromessa a ripararsi. 

Ve ne avevo già parlato quando vi avevo spiegato cosa fosse e da dove arrivasse l’Hydroxyacetophenone, una sostanza che è naturalmente contenuta nel rovo artico e che ho utilizzato già in alcune mie formule come conservante non conservante. Ovvero come sostanza che anche se formalmente non è un conservante aiuta in modo delicato a conservare un prodotto cosmetico, apportando però anche altre attività. Nel caso specifico, l’Hydroxyacetophenone è antiossidante, lenitivo e rispetta il microbiota cutaneo.Ti lascio qui il link all’articolo nel caso volessi approfondire l’argomento.

L’olio che si estrae dai suoi semi è ricco di due acidi grassi essenziali, ovvero acidi grassi che non siamo in grado di produrre autonomamente, ma li dobbiamo assumere con l’alimentazione o applicandoli sulla pelle, in particolare è ricco di Acido linoleico e di alpha linoleico, che probabilmente conoscerete come omega 3 e omega 6. Questi due acidi grassi pesano circa per l’80% di quest’olio. L’acido oleico (omega 9) rappresenta invece circa il 15%.

Questo olio è naturalmente ricco di antiossidanti come Vitamina C e Vitamina E,Carotenoidi, fitosteroli e Acido Ellagico. 

Per mantenere intatte queste sue proprietà questo olio viene di norma estratto a freddo dopo aver separato i piccoli semi dai frutti.
Per le sue caratteristiche è utile per le pelli infiammate, aiuta la pelle a ripristinarsi, rinforza la barriera cutanea, ed è adatto a tutti i tipi di pelle, anche quelle acneiche, dato che è un olio leggero e ha anche proprietà anti-infiammatorie.

Creme Barriera: cosa sono?

Creme Barriera: cosa sono?

Sempre più si sente parlare di creme barriera o di creme che aiutano il ripristino della barriera. Credo proprio che...

Burro di Karitè

Burro di Karitè

Il Burro di Karitè è un ingrediente che credo conoscano e apprezzino praticamente tutti. Viene chiamato anche...

La Rucola nei cosmetici

La Rucola nei cosmetici

Sì, lo so, fa un po' strano immaginare di usare la rucola nei cosmetici, e anche se in effetti la vedo meglio su un...

0 commenti

Pin It on Pinterest

Share This