Home » Blog » Glicerina: un idratante che non ha la notorietà che merita

Glicerina: un idratante che non ha la notorietà che merita

da | 15 Giu 2021 | Blog

La glicerina è un attivo idratante conosciuto ma non è così blasonato come merita. Scopriamo insieme perchè dovrebbe essere rivalutata

E’ arrivato il momento di parlare di glicerina.

La glicerina è un attivo idratante fantastico, con allure un agée che fa tanto crema della nonna. Ma io sono oggi per difenderla è spiegarvi perché è senza ombra di dubbio uno dei caposaldi dell’idratazione nella skincare.

Intanto sappiate che Glicerina e Glicerolo sono a tutti gli effetti dei sinonimi (se vi interessa, in inglese sono sinonimi sia Glycerin, che Glycerine, e pure Glycerol).

Volendo fare i pignoletti della chimica vi dico che tra le varie cose che hanno in comune c’è che hanno la stessa formula e pure la stessa molecola (per i nerd: CH2(OH)-CH(OH)-CH2(OH), 1,2,3-propanetriol), ma la glicerina “commerciale” contiene il 95% di glicerolo e acqua, quindi potremmo dire che il glicerolo è la sostanza pura. 

 Sì lo so, sembra può confusionaria come cosa, ma tant’è.

Spiacente sorry beautycologa

 DA DOVE DERIVA LA GLICERINA

La Glicerina è una sostanza si ottiene dalla saponificazione dei grassi.

Ovvero: si prede dell’olio, ci si mette una sostanza molto basica (ovvero che è il contrario di acida) tipo la soda caustica mischiata con acqua, e si attende la magia, ovvero la saponificazione. Il grasso scelto, olio o qualsiasi altra cosa sia si trasforma in sapone e altre sostanze come la frazione insaponificabile del tal grasso, ovvero la parte che proprio non ne vuol sapere si saponificarsi e la glicerina.

La glicerina è un liquido molto viscoso, inodore, molto igroscopico, a bassa tossicità e dolce.

Il suo nome deriva infatti dal greco “glykeros” che vuol dire “dolce”. E’ stata scoperta nel 1779 da un tale Carl Scheele e da allora questo poliolo (viene definito così chimicamente, e se lo ripetete a qualcuno una sera a cena sono certa farete un figurone) ha cominciato a venir utilizzato un po’ dappertutto. Come umettante, come solvente, come dolcificante e anche come conservante. Tra le varie è pure stato usato per produrre la nitroglicerina, usata per fare gli esplosivi. Eh sì la glicerina è decisamente una tipa multipoteziale.

beautycologa glicerina

Grazie alle sue caratteristiche chimiche viene usata anche all’interno dei liquidi antighiaccio. In medicina si usa in molti modi, negli sciroppi per la tosse, come lassativo e nelle supposte.

USO DELLA GLICERINA NEI COSMETICI

E nei cosmetici? Nei cosmetici viene usata come idratante ed èfacile trovarla in un fantastigliardo di formule.

Il motivo è semplice, è superfunzionale ed è stata studiata in un sacco di ricerche, che hanno valutato il suo effetto non solo in vitro ma anche in vivo, ovvero sulla pelle dei volontari. E sapete cosa si ricerca in cosmetica? Ingredienti che abbiano dalla loro un consenso scientifico forte che ne comprovi l’efficacia.

Provo a riassumervi cosa riesce a fare la glicerina sulla nostra pelle.

Aiuta a migliorare la funzione barriera facendo in modo che i grassi presenti sullo strato corneo rimangano liquidi e non solidifichino. Ha, cosa che molti non sanno, un effetto cheratolitico, perché agisce sui desmosomi, ovvero i legami che tengono insieme i cheratrinociti, le cellule della nostra pelle. E’ anti-irritante, ha una funzione plasticizzante dello strato corneo, accelera la cicatrizzazione della pelle (su questa attività in realtà abbiamo bisogno di ricerche un po’ più solide che lo confermino pienamente).

La glicerina non è contenuta solo negli oli che utilizziamo per fare i saponi, in realtà la pelle contiene naturalmente glicerina e pensate che quando la pelle diventa secca la quantità di glicerina endogena sullo strato corneo (la parte più superficiale della pelle) diminuisce. Proprio per questo motivo si può dire che la glicerina svolge in effetti un ruolo fondamentale nel mantenere la pelle idratata.

beautycologa idratazione

 E’ umettante, igroscopica, ovvero riesce a trattenere acqua sulla superficie della nostra pelle un po’ come se fosse una spugna ed è tra le sostanze definite molto igroscopiche.

COME AGISCE SULLA PELLE

 Ora provo a spiegarvi il modo in cui agisce sulla nostra pelle perché è un po’ diverso rispetto al modo con cui agiscono gli altri umettanti/idratanti.

Le sostanze idratanti penetrano nella pelle (solo negli strati più superficiali però) e creano una riserva di acqua negli strati più o meno profondi dello strato corneo, lo strato più superficiale della pelle e agiscono come una sorta di spugna che trattiene acqua sulla pelle, ma la glicerina usa un meccanismo ben più complesso per idratare la pelle, il cosidetto bulking. Ovvero crea un’espansione intercellulare dei corneociti e tra i corneociti. Il bulking aumenta la capacità di barriera della pelle e aiuta la pelle a mantenersi molto più idratata. Lo so che quando pensate a delle sostanze idratanti molto efficaci probabilmente la glicerina non è la prima che vi viene in mente, ma è decisamente un ottimo idratante.

In più vi avevo detto che agisce anche come anti-irritazioni. Infatti, si è visto che riesce a mitigare l’effetto irritante dei tensioattivi (è stata testa la sua efficacia nel mitigare l’effetto irritante dato dallo SLS). Per questo se lo trovate all’interno di un detergente sappiate che è in grado di rendere la miscela di tensioattivi più delicata sulla pelle.

Vi spiegavo che agisce sui desomosomi, quei filamenti che tengono insieme i corneociti. Sciogliendoli fa in modo che alcuni attivi possano penetrare meglio nella pelle, per questo si dice che può fungere da penetration enhancer. Questa funzione è molto utile perché la pelle è una vera e propria barriera ed è difficile riuscire a far penetrare gli attivi, per cui ben vengano i pentration enhancer all’interno delle formule.

Vi lascio qui sotto uno schema che ho preso da questa ricerca che riassume un po’ tutte le attività che può svolgere la glicerina sulla nostra pelle. La maggioranza di queste ve l’ho descritta nell’articolo ma ce n’è qualcuna che manca all’appello, se vi va buttateci un occhio

glicerina beautycologa

Credit: Levi, Kemal & Kwan, Alice & Rhines, A. & Gorcea, Mihaela & Moore, David & Dauskardt, Reinhold. (2011). Effect of glycerin on drying stresses in human stratum corneum. Journal of dermatological science. 61. 129-31. 10.1016/j.jdermsci.2010.11.011.

Prima di lasciarvi vorrei dirvi che la sua capacità di attrarre acqua e mantenerla può diventare in determinate condizioni un’arma a doppio taglio. Ricordatevi sempre che il troppo generalmente stroppia e questo caso non fa eccezione. 

 

beautycologa too much

Infatti, sopra una certa percentuale e in determinate condizioni di secchezza dell’aria, la glicerina può iniziare ad attrarre acqua dall’interno della nostra pelle, facendola disidratare ulteriormente. Ma questo non è un problema che vi interessa, i formulatori cosmetici lo sanno bene e dosano la glicerina nella formula nel modo adeguato, inserendola in formule ben bilanciate.

Conclusioni

Sono certa che molte delle azioni che può svolgere la glicerina non le conoscevate, in effetti si tende di solito a parlare esclusivamente delle sue proprietà osmotiche e igroscopiche. Io però ci tengo a dare il giusto peso agli ingredienti cosmetici che meritano davvero.

La glicerina è stata ampiamente utilizzata negli scorsi decenni, non che ora non venga utilizzata, ma trovo che abbia perso un po’ dello smalto (a livello di appeal di marketing) rispetto una volta. Provo a restituirle con questo articolo l’onore e il prestigio che merita.

Bibliografia:

  • Levi, Kemal & Kwan, Alice & Rhines, A. & Gorcea, Mihaela & Moore, David & Dauskardt, Reinhold. (2011). Effect of glycerin on drying stresses in human stratum corneum. Journal of dermatological science. 61. 129-31. 10.1016/j.jdermsci.2010.11.011.
  • Fluhr, Joachim & Darlenski, Razvigor & Surber, Christian. (2008). Glycerol and the skin: Holistic approach to its origin and functions. The British journal of dermatology. 159. 23-34. 10.1111/j.1365-2133.2008.08643.x
  • Kampf, Günter & Ennen, Joachim. (2006). Regular use of a hand cream can attenuate skin dryness and roughness caused by frequent hand washing. BMC dermatology. 6. 1. 10.1186/1471-5945-6-1.
La ricetta della torta paesana

La ricetta della torta paesana

Oggi, 9 Novembre è il mio compleanno, quest'anno tra l'altro è un compleanno importante perchè ne compio pure 40...

Le Argille in Cosmesi

Le Argille in Cosmesi

Le argille venivano utilizzate già da secoli dagli egizi, dagli assiri, dai babilonesi, indiani, cinesi, ma anche dai...

Centella Asiatica e Cica Cream

Centella Asiatica e Cica Cream

“Cica cream”, hai mai sentito questo nome? In effetti sono una famiglia di prodotti cosmetici sempre più in voga....

0 commenti

Pin It on Pinterest

Share This